Torniamo a dirci “buongiorno!”

Fino a qualche mese fa avrei definito Cesare Fiumi un cane. Poi, a Natale, ho stretto amicizia con un labrador nero di discendenze russe, quindi ora pare brutto… Cesare Fiumi è proprio il male. Il giornalista medio triste incapace italiano. Quello che non sa scrivere. Quello che dice sempre la roba che ti aspetti che dica in quell’esatto momento storico … Continua a leggere

Passi del sabato

Da bravo egomaniaco, egocentrico, convinto di sarcacchio che, odio chi è palesemente più intelligente di me. Soprattutto in Italia, se è italiano: mi hanno detto tutti (e tutti si sono comportati in modo da convincermi) che l’Italia sia ormai un posto pieno di ributtante mediocrità. E quindi, citando “Almost Famous”, io dovrei sempre essere una cosa tipo un “Dio dorato”. … Continua a leggere

A domanda rispondo

Quando non metto la sveglia dormo di meno di quando la metto: convinto che sia tardissimo, mi sveglio ogni venti minuti dalle 8 in avanti. Almeno fino a quando qualcuno, come questa mattina, non citofona. Sto aspettando un pacco da SDA, quindi mi sono alzato e ho risposto, premurandomi di indagare per qualche istante i due volti femminili e inutili … Continua a leggere